venerdì 30 settembre 2016

Novità Settembre/Ottobre 2016 Marsilio Editori

Buongiorno cari lettori,
ora vi propongo un post un pochino lungo nel quale vado a illustrarvi quelle che sono le novità Settembre/Ottobre della Marsilio Editori. Pronti a prendere appunti? Bene, procediamo con i dettagli! :)


  • Il domatore di leoni, Camilla Lackberg



Autore: Camilla Lackberg
Editore: Marsilio Editore
Collana: Farfalle/ I gialli
Pagine: 468
ISBN: 978-88-317-2489-0

Sinossi:

L’inverno è particolarmente gelido, e le vie di Fjällbacka sono quasi deserte, i ristoranti affollati, il porto brulicante di barche e i turisti a passeggio solo un ricordo. Mentre l’intero paesino che guarda al Mare del Nord sembra in letargo, una ragazza vaga confusa nel bosco carico di neve. È ferita, procede incespicando a piedi scalzi, gli occhi simili a due buchi neri in un viso bianchissimo. La sua fuga ha fine quando, raggiunta la strada, un’auto la investe, uccidendola. All’arrivo di Patrik Hedström e della sua squadra di investigatori, la giovane vittima è già stata identificata. Di lei si erano perse le tracce da quattro mesi. Ma il suo corpo porta i segni di un’inimmaginabile violenza che nessun incidente può spiegare, e il pensiero di Patrik corre subito alle altre adolescenti, così simili tra loro, misteriosamente scomparse negli ultimi due anni. Potrebbe davvero esserci un collegamento? Intanto, Erica Falck è alle prese con un nuovo libro. Sta facendo ricerche su un’oscura tragedia famigliare che ha portato alla morte di un uomo, una vecchia storia che, iniziata con il festoso arrivo di un circo, con il passare del tempo si è trasformata sempre più in una macabra leggenda senza risposte. Tra le due indagini potrebbe esistere un punto di contatto, un segreto custodito per amore che ha generato e sostenuto negli anni una spirale di odio incomprensibile: mai come questa volta Erica e Patrik dovranno scavare negli abissi del male più impenetrabile, diabolicamente protetto da un’apparente normalità.

L'autrice: Camilla Lackberg

Camilla Läckberg (1974) è l'autrice della fortunata serie poliziesca che ha per protagonisti Erica Falck e Patrik Hedström, tradotta in 38 lingue con oltre quindici milioni di copie vendute nel mondo. Vive con i tre figli a Stoccolma, dove continua a lavorare ai suoi libri, ora diventati anche serie televisiva, in Italia in onda su laEffe.

  • La modernità di un antimoderno, Massimo Fini

Autore: Massimo Fini
Editore: Marsilio Editore
Collana: Nodi/Nodi
Pagine: 1088
ISBN: 978-88-317-2479-1

Sinossi:

A partire dal 1985 con La Ragione aveva Torto?, un sarcastico quanto documentato pamphlet contro l'Illuminismo, Fini ha preso a demolire tutti i capisaldi della nostra società: la democrazia, l'economia fondata sul denaro, la tecnologia, la pretesa totalitaria dell'Occidente di ergersi a «cultura superiore». Fini mette a nudo le pesantissime ricadute che questo modello ha sulla nostra vita: nevrosi, depressione, alcolismo di massa, uso e abuso di psicofarmaci, droga. Questo volume unico raccoglie sei testi pubblicati dal 1985 a oggi. Straordinario anticipatore Fini è stato sottovalutato per decenni, ma oggi quelle che venivano considerate delle provocazioni sono diventate delle inquietanti realtà.

L'autore: Massimo Fini

Massimo Fini Scrittore e giornalista, per Marsilio è autore di La Ragione aveva Torto? (1985, 2009), Elogio della guerra (1989, 2011), Il Conformista (1990, 2011), Il denaro «Sterco del demonio» (1998, 2012), Di[zion]ario erotico. Manuale contro la donna a favore della femmina (2000), Nietzsche. L’apolide dell’esistenza (2000, 2009), Il vizio oscuro dell’Occidente. Manifesto dell’Antimodernità e Sudditi. Manifesto contro la Democrazia (2002 e 2004; 2004; nuova edizione tascabile in un unico volume 2012), Il Ribelle. Dalla A alla Z (2006),Ragazzo. Storia di una vecchiaia (2008, 2012), Il Dio Thoth (2009), Il Mullah Omar (2011). Per i «Tascabili Maxi» nel 2013 è uscito Nerone. Duemila anni di calunnie (quindicesima edizione).

  • Una medium, due Bovary e il mistero di Bocca di lupo, Gaetano Cappelli

Autore: Gaetano Cappelli
Editore: Marsilio Editore
Collana: Romanzi e racconti
Pagine: 144
ISBN: 978-88-317-2558-3


Sinossi:

Nulla sembra muoversi nell’assolata Minervino, patria della medium Eusapia Palladino, famosa invece una volta per l’arte di far muovere oggetti e persone nel tempo e nello spazio. Ed è proprio questo che inizia ad accadere all’indomani dell’arrivo in paese del romanziere Guido Galliano. Lo scrittore viene ingaggiato dal barone e agronomo Ferdinando Canosa perché aiuti la volitiva moglie Finizia a finire il romanzo cui invano lavora da mesi, proprio sulla vita della Palladino. La cosa dovrà però accadere nel più assoluto segreto. Soprattutto, senza che nulla ne sappia Maddalena Videtti. È infatti per contendere il primato a costei – sua rivale da quando le soffiò lo sposo sull’altare e ora, grazie alle sue pubblicazioni a diffusione locale, figura di spicco in quel vero covo di vipere che è il Circolo culturale La Scesciola – che la doviziosa bovary murgiana coltiva il sogno di diventare scrittrice senza averne il benché minimo talento. Così, quando Galliano e Finizia cominciano a lavorare nella tenuta vinicola di Bocca di Lupo, lo scrittore si accorge che del libro esistono solo poche confuse pagine. Ma, appena prima di gettare la spugna, torna sui propri passi un po’ per l’aumento del compenso propostogli dal barone, un po’ per l’estro che, tra strani schiocchi e ancor più misteriosi fruscii, ritrova magicamente dopo anni. E questi non sono che i primi attori in scena. A loro, tra trapassati e viventi, molti altri se ne aggiungeranno; come l’inesausto “trionfator di talami” D’Annunzio, il suo amico “rumorista” Cantalamessa e la moglie dissoluta di lui, Yvonne Dea Ishtar, diva del café chantant; l’émigré russa madame Polozoff, patita di spiritismo, e un’inedita e trasgressiva Agatha Christie; eppoi il crooner pugliese Dennis Galatone, lanciato in America da Linda Christian per far dispetto al genero Al Bano, e affossato dalla fatale Rosanna Fratello; nonché il boss Cozzajanga e il figlio Felice Sciopenauer, che brigano per avere una serie come Gomorra a loro dedicata. Tutti insieme daranno vita a una gaia e irresistibile commedia mozartiana che trova nei vasti orizzonti di una sconosciuta Puglia rurale un ulteriore e seducente motivo di fascino.

L'autore: Gaetano Cappelli

Gaetano Cappelli ha pubblicato una quindicina di romanzi, tra cui Parenti lontani e La vedova, il Santo e il segreto del Pacchero estremoche gli sono valsi, rispettivamente, il Premio Internazionale John Fante e il Premio Hemingway. Grazie a Storia controversa dell’inarrestabile fortuna del vino Aglianico nel mondo è divenuto Chevalier de la Confrérie du Tastevin di Borgogna, onore riservato a pochi eletti beoni, tra cui Norman Rockwell e Winston Churchill. Con l’ultimo Scambi, equivoci eppiù torbidi inganni ha vinto il Premio Porta d’Oriente e il Targone del Circolo Dorrick. Scrive sul «Corriere della Sera», «Il Messaggero», «Panorama», «Class», Facebook e Twitter.

  • Colpevoli di omicidio, Danner Darcleight 

Autore: Danner Darcleight
Editore: Marsilio Editore
Collana: Gli specchi
Pagine: 378
ISBN: 978-88-317-2560-6

Sinossi:

Poco più di vent’anni e finisci in galera, con la prospettiva di passare il resto della vita dietro le sbarre. Che cosa fai? Danner Darcleight si è messo a scrivere. Scrive quello che vede e quello che ha fatto in passato, e racconta il prezzo che è costretto a pagare. Colpevoli di omicidio ci porta dentro una prigione di massima sicurezza, presentandoci un multiforme cast di detenuti e svelandoci le sfide quotidiane affrontate da milioni di americani che oggi vivono nel più grande sistema detentivo del mondo. Perseguitato dal suo passato, Danner sfugge al legame insidioso con l’eroina. Viene spogliato, spidocchiato e gli viene assegnato un numero. Impara a cavarsela tra antisociali, stupratori, ladri, spacciatori, sfruttatori, guardie carcerarie dal comportamento imprevedibile, e un rimorso schiacciante. Supera la tentazione ricorrente del suicidio, riesce a trarre vantaggio da alcuni incontri fortuiti e alla fine incontra una donna che lo ama e ne riscalda la difficile esistenza. Darcleight si libera dei luoghi comuni e delle caricature della cultura pop e ci offre una prospettiva limpida su cosa significa davvero scontare una sentenza. Quello che inizia come un reportage dal fronte diventa l’analisi di un indimenticabile caso di resilienza e determinazione contro ogni avversità immaginabile. Cavalcata entusiasmante e picaresca attraverso le immagini, i suoni e le emozioni della vita carceraria, Colpevoli di omicidio è il commovente resoconto del lungo viaggio di un uomo che, passando per disperazione e dipendenza, si conquista amore e redenzione.

  • I Nabis, Gauguin e la pittura italiana d'avanguardia, Giandomenico Romanelli e Franca Lugato

Autore: Giandomenico Romanelli e Franca Lugato
Editore: Marsilio Editori
Collana: Cataloghi
Pagine: 232
ISBN: 978-88-317-2476-0


Sinossi:

In continuità con le mostre "L'ossessione nordica" e "Il demone della modernità", anche "I Nabis, Gauguin e la pittura italiana d'avanguardia" si insedia in quel periodo che raccoglie gli ultimi anni dell'Ottocento e i primi del Novecento, prendendo in esame ancora una volta il rapporto tra Italia ed Europa. Lo straordinario punto di partenza, questa volta, è Gauguin nel suo periodo bretone assieme ai Nabis; il percorso prosegue attraverso i pittori europei che subirono il fascino di questo richiamo al primitivo e alla semplicità, per approdare poi agli artisti italiani che ne furono profondamente influenzati. Non da ultimo, il veneziano Gino Rossi, che fece dell'isola di Burano la sua Pont-Aven.


Alla prossima,
Erika.