Prossimamente in libreria..Novità Ottobre/Novembre 2016 Marsilio Editori

ottobre 22, 2016

Adesso vi segnalo le prossime uscite edite Marsilio editori!
Vediamo di che si tratta!

Presunto terrorista

Autore: Leif GW Persson
Editore: Marsilio Editori
Collana: Farfalle/ I Gialli
Pagine: 648
Anno di pubblicazione: 2016
ISBN Cartaceo: 978-88-317-2529-3

Sinossi:


Un lunedì di maggio, un’inattesa telefonata da parte di un collega dell’Mi6 costringe il capo operativo dei servizi di sicurezza della polizia svedese Lisa Mattei a dire addio alla programmata visita agli orsi dello zoo di Skansen insieme alla sua bambina, dando inizio a una delle più energiche e segrete operazioni che l’intelligence di Stoccolma abbia mai predisposto. L’obiettivo è Abbdo Khalid, cittadino svedese di origine somala che da molti anni vive non lontano dalla capitale con la sua numerosissima famiglia. Il collega inglese sostiene stia progettando un attacco suicida, un’azione terroristica equivalente a una vera e propria dichiarazione di guerra che avrebbe ripercussioni molto gravi in tutto il mondo occidentale. È allarme nazionale, e gli uomini (soprattutto le donne) di Lisa sono subito in pista per un pedinamento in grande stile. L’operazione è complicata dalle indispensabili procedure di sicurezza con cui gli investigatori sembrano impegnare la maggior parte del loro tempo, da un grande capo con una predisposizione romantica per l’avventura, e da un ambiguo alleato che indossa bizzarre cravatte cui ama affidare enigmatici messaggi. In questa cruciale indagine di polizia che ha tutti gli ingredienti della più classica e appassionante delle spy story, impreziosita dall’ironia che ha fatto di Leif GW Persson uno dei più originali e ammirati scrittori di genere scandinavi, tutti, grandi e piccoli, hanno i loro segreti. Ma come le persone coinvolte sanno, l’importante è non credere a tutto quello che si vede. Ed essere consapevoli che dalle cose dette in confidenza, nonostante l’impegno alla segretezza, è molto difficile difendersi.


L'autore: Leif GW Persson

Leif GW Persson , noto professore di criminologia e profiler, insegna alla Scuola nazionale di polizia a Stoccolma ed è stato consulente del ministero della giustizia e dei servizi di sicurezza svedesi. I suoi libri, più volte candidati al Cwa International Dagger, hanno ricevuto i premi più importanti destinati alla narrativa di genere, dal Glass Key al premio dell’Accademia svedese del poliziesco.


Più etica del mercato?

Autore: Paolo Del Debbio
Editore: Marsilio Editori
Collana: Nodi
Pagine: 288
Anno di pubblicazione: 2016
ISBN Cartaceo: 978-88-317-2497-5

Sinossi:


È diffusa la convinzione che all'origine dei problemi economici di questi anni ci sia una generale mancanza di principi etici, che dovrebbero invece orientare le dinamiche e gli scopi del mercato. Per porre fi ne al disordine sarebbe quindi sufficiente ripristinare la funzione originaria che, secondo tale visione, esso dovrebbe svolgere: il perseguimento del bene comune. Così esposto, il ragionamento sembra fondato e persino scontato. La realtà è ben diversa. Come dimostra Paolo Del Debbio in questo libro, basta porsi alcune semplici domande per far emergere le molte contraddizioni che si nascondono dietro un’apparente e seducente ovvietà. I disastri finanziari, l’assenza di un accordo sulla gestione dell’emergenza ambientale e di interventi efficaci nella lotta alla povertà sono frutto dei meccanismi perversi del mercato o forse dell’inadeguatezza dei pubblici poteri? A un’attenta osservazione il richiamo all'etica si rivela infatti un alibi per coprire le responsabilità di chi non compie il proprio dovere. Docente di Etica ed economia all'Università Iulm di Milano, Del Debbio costruisce un percorso che, partendo dalle origini della questione etica in economia, conduce all'analisi di alcuni tra i più recenti modelli e argomenti proposti per affrontarla (Stiglitz, Bergoglio, Latouche, Piketty, Deaton). In particolare, l’autore si interroga sulla possibilità di stabilire un’etica dei diritti, individuandone alcuni che costituiscano un «minimo comune denominatore» in grado di conciliare il rispetto dell’individuo con quello della collettività. Dalla cooperazione internazionale al debito pubblico, dalle tasse alla finanza, il libro propone diversi esempi per un’efficace applicazione di quest’etica a vari settori, fornendo nuovi spunti al dibattito.

L'autore: Paolo Del Debbio

Paolo Del Debbio è nato a Lucca nel 1958. Giornalista e conduttore televisivo, dal 1999 insegna Etica ed economia all’Università Iulm di Milano. Ha pubblicato vari volumi, tra cui i più recenti Elogio dello Stato a pendolo. Stato e mercato nel XXI secolo (2009), Libertà (2013). Attualmente conduce su Rete 4 il programma di approfondimento Quinta colonna.


Le due stagioni

Autore: Paolo Barbaro
Editore: Marsilio Editori
Collana: Romanzi e racconti
Anno di pubblicazione: 2016
ISBN Cartaceo: 978-88-317-2367-1

Sinossi:


Le stagioni che danno il titolo a quest’opera di Paolo Barbaro non sono solo quelle del tempo, ma anche - e soprattutto - quelle dell’anima, del corpo, della vita. Nella prima parte del dittico, Dario, assicuratore quarantenne con moglie e figli, insegue il desiderio e l’ardore perduti lasciandosi rapire da Bruna, che due pomeriggi a settimana, dopo il lavoro, lo aspetta nella casa di Sant'Elena, a Venezia. Nel susseguirsi della dolce monotonia amorosa, basterà però un piccolo cambiamento a spezzare l’incantesimo dell’idillio. Nella seconda parte, il protagonista ormai anziano, che la malattia costringe a un’immobilità sempre più definitiva, osserva il mondo dal suo ultimo riparo nella città lagunare: la casa. È una cronaca della fine, un consapevole e sereno accomiatarsi dalla realtà che lo circonda, mentre la sua realtà si riduce sempre più a una stanza, alla voce della moglie, al saluto di un amico, ai vividi ricordi che tornano a fargli visita da un passato lontano. Nel dipanarsi di queste ondate di racconti e memorie, Venezia si manifesta ancora una volta come vera, vitale protagonista. Con ponti, canali, campielli, giardini segreti e terrazze sul mare, ordisce trame e incrocia destini, favorendo incontri, spaesamenti, addii. L’acqua alta si fa allegoria della fine che incombe, anche se pagina dopo pagina è un’altra metafora - di speranza - a imporsi. Nel suo invecchiare, l’uomo somiglia infatti a quella Sant'Elena tra le cui calli Dario rincorre una passione che credeva perduta: vede cambiare la sua forma esteriore, proprio come è accaduto all'isola nel corso del tempo, ma dentro di sé rimarrà per sempre un essere inquieto, affascinato dalla bellezza e in cerca d’amore. Le due stagioni è un’elegia alla meravigliosa e immutabile brevità del tempo umano, celebrata nello scenario di una città immortale.

L'autore: Paolo Barbaro

Paolo Barbaro (1922-2014), ha esordito con Giornale dei lavori nel 1966. Fin dai primi libri usciti per Einaudi e Mondadori tra il 1966 e il 1980 si è imposto all'attenzione della critica italiana e internazionale. Tra le opere più recenti, tradotte in diverse lingue: Diario a due (Marsilio 1987), Ultime isole (Marsilio 1992), La casa con le luci (Bollati Boringhieri 1995), L'anno del mare felice (il Mulino 1995), L'impresa senza fine (Marsilio 1998), Con gli occhi bianchi e neri (Marsilio 1999), Il paese ritrovato (Marsilio 2001), L'ingegnere, una vita (Marsilio 2011) e Cari fantasmi. Frammenti per un'autobiografia (Marsilio 2013). Ha vinto i Premi Buzzati, Comisso, Flaiano, Pisa, Teramo, per tre volte il Premio Selezione Campiello e per due volte è stato finalista del Premio del Pen Club italiano.


L'arte del non governo

Autore: Piero Craveri
Editore: Marsilio Editori
Collana: Nodi
Pagine: 592
Anno di pubblicazione: 2016
ISBN Cartaceo: 978-88-317-2573-6

Sinossi:


Questo libro è una storia dell’Italia repubblicana in cui si ricostruiscono sincronicamente gli aspetti istituzionali, politici ed economici del processo che ha portato all'attuale situazione del paese. Al volgere di un ciclo storico, Piero Craveri ripercorre, partendo dalla Costituente, il cammino di rapida ascesa economica dell’Italia per cogliere i fattori del suo mancato consolidamento e del suo lento e inesorabile declino. Le responsabilità di una classe dirigente rimasta troppo arretrata per guidare un paese industriale, il sovrapporsi dei partiti all'attività dell’esecutivo e del Parlamento, un malinteso primato della politica sull'economia di mercato, sono solo alcune delle cause che emergono dall'analisi delle vicende repubblicane. Dalla sconfitta di De Gasperi alla difficile congiuntura del 1963-64, dalla crisi degli anni settanta alle occasioni mancate del decennio successivo, con Craxi, al superamento della seconda Repubblica, Craveri fa notare come, ben lungi dall'essere solo una questione economica, la posta in gioco di questa mancata «evoluzione» è la stabilità della democrazia. I principi che furono messi a fondamento dello Stato unitario sembrano venir meno e, al di là delle celebrazioni ufficiali, la Repubblica non ha saputo rinnovarli. Anche l’idea di Europa, che nel secondo dopoguerra ne è stata idealmente una prosecuzione, sembra dileguarsi. In questo scenario, dove sono le stesse istituzioni democratiche a essere messe in discussione in Occidente, le riflessioni di Craveri gettano luce sugli avvenimenti della nostra storia recente per individuare le ragioni profonde del declino e provare a porvi rimedio.

L'autore: Piero Craveri

Piero Craveri (Torino, 1938) è professore emerito di Storia contemporanea all'Università Suor Orsola Benincasa e presidente della Fondazione Benedetto Croce. Dopo la laurea ha rivolto le sue attività di ricerca e docenza alla storia del diritto e delle istituzioni politiche, insegnando negli atenei di Roma, Genova, Messina e Napoli. Dalla seconda metà degli anni ottanta si occupa prevalentemente di storia contemporanea. Scrive sul «Sole 24 Ore» e sul «Mattino». È autore di numerosi volumi, tra cui la biografia di Alcide De Gasperi (il Mulino 2006). Per Marsilio ha pubblicato La democrazia incompiuta. Figure del ’900 italiano (2002).



Auschwitz

Autore: Carlo Saletti e Frediano Sessi
Editore:  Marsilio Editori
Collana:  Gli specchi
Pagine: 168
Anno di pubblicazione: 2016
ISBN Cartaceo: 978-88-317-2589-7

Sinossi:


Ogni anno, dall’Italia, migliaia di visitatori raggiungono il lager di Auschwitz; per lo più gruppi di studenti e di insegnanti, ma anche famiglie e singole persone. Dal 1959 il loro numero cresce continuamente, nonostante sia trascorso ormai più di mezzo secolo dalla sua liberazione. Chi si reca a Oświęcim (Polonia), visita il lager di Auschwitz, che ha sede nel campo base, e poi raggiunge Birkenau, il campo poco distante, spesso non riesce a capire come funzionava questo immenso centro di sterminio e di afflizione. Intorno a questo luogo memoriale immerso in un grande e profondo silenzio che lascia esterrefatti, la vita scorre e la città come i suoi abitanti cercano di mostrarsi per quello che sono oggi, senza riuscire a risolvere (ma si potrà mai?) il conflitto tra il presente e un passato che non passa. Per capire occorre arrivare a Oświęcim preparati e informati, ma poi, sul luogo che tra il 1940 e il 1945 vide morire più di un milione di ebrei e fu il lager del martirio di un’Europa soggiogata dalla scure nazista, gli occhi guardano ciò che rimane senza troppo comprendere. Auschwitz è una guida ricca di informazioni, fotografie e mappe, di suggerimenti puntuali per aiutare il visitatore a entrare in ciò che resta oggi di questo terribile passato, un utile strumento per cominciare a ricostruire la storia del complesso concentrazionario e a rivivere con l’immaginazione i frammenti di vita quotidiana di molti dei deportati ebrei e non che vissero in questo luogo i loro ultimi giorni.

Gli autori: Carlo Saletti e Frediano Sessi


Carlo Saletti , storico e regista teatrale, ha dedicato diversi studi alla persecuzione nazista. Tra i più recenti, Fine terra. Benjamin a Portbou (2010) e, assieme a Ernesto De Cristofaro, Precursori dello sterminio (2012). Per Marsilio ha pubblicato, con Frediano Sessi, Visitare Auschwitz (2011, due edizioni).

Frediano Sessi, curatore del volume, per Marsilio ha pubblicato Nome di battaglia: Diavolo (2000), Prigionieri della memoria (2006), Foibe rosse (2007), Il segreto di Barbiana (2008), Il lungo viaggio di Primo Levi (2013) e con Carlo Saletti Visitare Auschwitz (2011).



Bendessere e natura

Autore: Giada Caudullo
Editore:  Marsilio Editori
Collana:  Nodi
Pagine: 192
Anno di pubblicazione: 2016
ISBN Cartaceo: 978-88-317-2604-7

Sinossi:


Il desiderio che tutti avvertiamo è di vivere il meglio possibile. Per rispondere a questa richiesta Vittorino Andreoli ha gettato le fondamenta di una scienza, il bendessere, un cammino di ricerca che ogni individuo può intraprendere. Questo volume si inserisce nel contesto culturale e innovativo descritto nel libro La nuova disciplina del bendessere del professor Andreoli, sviluppando le possibili risposte alle necessità di migliorare la condizione esistenziale delle persone. Un’esigenza che non riguarda la cura delle malattie, compito della medicina, quanto la promozione del bene, su cui si fonda la disciplina del bendessere. Poiché ogni età della vita presenta bisogni differenti, dopo una parte generale di riferimento alla nuova disciplina, il volume affronta nello specifico la gravidanza, l’infanzia, l’adolescenza, l’età adulta e quella della saggezza, indicando non solo le vie per la promozione dci bendessere, ma anche gli strumenti a cui ricorrere. I riferimenti in questo percorso sono la Natura e l’esperienza di Solgar, gruppo internazionale, che dal 1947 opera da leader nel campo degli integratori alimentari, qui proposti nelle concentrazioni e formulazioni declinate per la nuova visione del bendessere. Il volume diventa così un manuale di orientamento non solo per gli operatori di bendessere (nutrizionisti, farmacisti, erboristi, medici che abbracciano la nuova disciplina), ma anche per tutti coloro che desiderano approfondire la conoscenza di sé e soddisfare la propria aspirazione a vivere meglio.

L'autrice: Giada Caudullo

Giada Caudullo (Padova, 1979), allieva del professor Vittorino Andreoli, dopo la laurea in Psicologia clinica con indirizzo psico-biologico presso l’Università di Padova, si è dedicata allo studio delle basi biologiche del comportamento umano, con particolare attenzione agli aspetti nutrizionali, alla medicina integrativa e alla connessione tra funzioni cognitivo-cerebrali e comportamento alimentare.
È presidente e docente del College of Naturopathic Medicine (CNM Italia) e dirige il Centro Ricerche per il Bendessere presso Solgar Italia Multinutrient S.p.A., di cui è consigliere di amministrazione.



You Might Also Like

0 commenti