martedì 31 maggio 2016

SEGNALAZIONE: Favola di una falena di Alessio Del Debbio

Buonasera lettori,
oggi vi presento un libro appena pubblicato - al momento solo in digitale - di un autore emergente Alessio Del Debbio e s'intitola Favola di un falena (già il titolo m'incuriosisce molto!).
Vediamo i dettagli!


Favola di una falena

Autore: Alessio Del Debbio
Editore: Panesi Edizioni
Pagine: 201
Genere: Romanzo per ragazzi/new adult/romance
Data di pubblicazione: 11 gennaio 2016






Quarta di copertina:

Viareggio, settembre 2001. Sta per finire l'estate dopo la maturità: tempo di prendere decisioni importanti. Su questa premessa iniziano le avventure del turbolento Jonathan, della timida Francesca, della sognatrice Veronica e del rigoroso Leonardo, un viaggio nell'amicizia e nell'amore, una favola moderna di eroi coraggiosi che sopravvivono alla quotidianità aiutandosi l'un l'altro e credendo nei propri sogni. Falene in cerca di luce, destinate a non trovare mai riposo.
Tutto il resto non conta, tutto il resto si ferma alle porte della nostra amicizia.
Sinossi: 

Dopo la maturità, Jonathan e i suoi amici devono prendere importanti decisioni sul proprio futuro. Jonathan rinuncia a studiare, tuffandosi nel lavoro a tempo pieno e cercando di recuperare la sua amicizia con Leo, incrinata da una ragazza che si era messa tra loro. Leonardo si iscrive a Medicina ma deve barcamenarsi tra lo studio e il prendersi cura della madre, psicologicamente instabile, e della sorella più piccola, che continua a sognare una famiglia unita, anche con il padre da cui si sono allontanati quando hanno lasciato Milano. Veronica sorprende gli amici, decidendo di iscriversi al Dams e andando a vivere a Bologna con il suo nuovo ragazzo, scardinando gli equilibri del gruppo. Francesca infine si iscrive a Lettere, sua grande passione, continuando a scrivere in un diario le avventure dei suoi amici, con l’idea un giorno di farne un libro, e faticando nel liberarsi del fantasma del suo ex che da sempre la ostacola nei suoi rapporti con il sesso maschile.
Su queste premesse iniziano le avventure di Jonathan e dei suoi amici, in quel periodo di passaggio che è la fine dell’adolescenza e l’inizio dell’età adulta. Un periodo in cui i sentimenti appaiono amplificati, a volte confusi, di certo molto intensi. Lo sa bene Veronica che lotta per inseguire un sogno e fuggire alla maledizione di Cenerentola, oppressa da una famiglia di “matrigne”. Da bruco diventerà una falena, sbattendo le ali in cerca della sua fiamma vitale.

Estratto:
«Vorrei ricominciare a credere. Lo vorrei davvero. Credere che la vita abbia uno scopo e non sia soltanto un vuoto trascinarsi in giorni spesso uguali, credere che ci sia una luce alla fine del tunnel, che tutte le nostre sofferenze saranno ripagate. E che ci sia una persona, una sola, tra i miliardi che siamo, disposta a condividere la sua fede con me, a credere in me quanto io in lui, e a vivere lo stesso sogno. Pensi sia possibile, Leo?» (Veronica)

L'autore: Alessio Del Debbio

Grande appassionato di libri, soprattutto fantasy, Alessio Del Debbio ha pubblicato il romanzo“Oltre le nuvole” nel 2010, il racconto fantasy distopico “L’abisso alla fine del mondo”, nel 2014, e il romanzo young adults “Anime contro”, nel 2015. Il 2016 inizia con l’uscita di “Favola di una falena”, un romanzo new adult edito da Panesi Edizioni, e con “L’ora del diavolo”, antologia di racconti fantastici ispirati a leggende della Lucchesia, vincitore della terza edizione del concorso ObiettivoLibro e pubblicato da Sensoinverso Edizioni.
Dal 2015 collabora con il portale di letteratura fantastica “Lande incantate” in cui scrive recensioni di romanzi fantasy contemporanei. Nell'estate 2015 organizza, assieme alla scrittrice Elena Covani, la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari presso il Bagno Paradiso di Viareggio, per far conoscere autori toscani. Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori emergenti di letteratura fantastica italiana. Numerosi suoi racconti sono usciti in antologie e riviste, come Contempo e Streetbook Magazine di Firenze.

Link per l'acquisto: Amazon, Mondadori Store

Si presenta come una lettura molto interessante e, siccome l'autore mi ha chiesto una recensione, avrete al più presto un mio parere ma al momento posso solo dirvi di non lasciarvelo scappare!

Alla prossima,
Erika.

lunedì 30 maggio 2016

Primavera di racconti A.A V.V

Buonasera cari lettori, 
eccomi qui finalmente a postarvi la prima recensione di un romanzo che ho letto per la Casa Editrice Panesi Edizioni, sto parlando di Primavera di racconti una raccolta di racconti di vari autori che ho trovato molto carina e soprattutto c'è un racconto che mi ha colpito molto.
Questa è un' antologia delle opere vincitrici del Concorso per Racconti Brevi Primavera di Racconti indetto da The Bibliophile Girl e Panesi Edizioni nel 2014.
Ma vediamo meglio il tutto nel dettaglio!



Primavera di racconti

Autori:
La donna del fuoco di Alessio Del Debbio
Sindrome dello scrittore di Cinzia Bertolini
Concerto per Isabella di Manuela Chiarottino
Solo un volo di Francesca Fornasini
Il nostro tempo di Chiara Nicolazzo
Mondo di due di Gianantonio Nuvolone
Buon viaggio di Manuela Raciti
Quando meno te lo aspetti di Elena Russiello
Sii come me, e diversa da me di Annarita Tranfici
Passione rossa di Daniela Vasarri


Editore: Panesi Edizioni

Trama e recensione di La donna di fuoco di Alessio Del Debbio

In breve, perché altrimenti rischierei di svelarvi troppo e rovinarvi il gusto di leggere, è la storia di una donna che ha vissuto la sua vita amando la compagnia di giovani uomini che le dimostrano quanto sia bella e lei ha sempre avuto bisogno di queste attenzioni per non sentirsi addosso il peso degli anni che passano, ma quando nonostante le continue attenzioni da parte degli uomini capisce che il tempo passa e che il suo corpo inizia ad esserne segnato arriva a compiere un gesto che oserei dire estremo che però le costerà poi per l'eternità.
Il mio pensiero è: è un racconto che fa riflettere su quanto la società sia diventata superficiale e su quanto l'apparenza conti più della sostanza. Lo stile è scorrevole e si legge con facilità, non so se l'ho percepito io ma, come già detto, leggendo tra le righe e andando oltre ciò che è il semplice racconto apre la mente su molti aspetti.

A lei piacevano i corpi giovani, ben fatti, magari un po' scolpiti, come quelli dei ragazzi che spaccavano la legna nei boschi sul Monte Prana e che a volte, tornando a casa, gliene lasciavano una cassetta sul cancello... Per ringraziarli, di tanto in tanto, la Busdraga li faceva entrare, uno alla volta, per dare modo alle voci di circolare, ai ragazzi di vantarsi con gli amici e spingerli a tornare da lei.

Trama e recensione di Sindrome dello scrittore di Cinzia Bertolini

Questo racconto parla di una ragazza, Camilla, che per via del lavoro del padre - fa lo scrittore - è costretta a trasferirsi in campagna, lì non conosce nessuno ed è sempre da sola e questo contribuisce a far crescere la sua fantasia e infatti comincia a raccogliere oggetti che trova per strada e a conservarli immaginando la loro storia. Ad un certo punto trova una tessera di una biblioteca di una ragazza e questo 'pezzo' si guadagna subito il posto d'onore tra tutti gli altri e sarà un elemento chiave per il racconto. 
Il padre sta sempre fuori casa e alla fine si scopre che ha un'altra donna.
Il finale - che combacia con l'inizio e ne rende la spiegazione - lascia un po' l'amaro in bocca.
Il mio pensiero è: è un racconto che mi ha lasciata un po' perplessa, lo stile è impeccabile ma ho sperato in un altro finale l'ho trovato troppo crudo ma forse fa da preludio al racconto seguente.

Sotto il letto, nella sua camera, aveva messo in una scatola la collezione di oggetti curiosi e stravaganti che aveva raccolto nelle sue passeggiate e ai quali aveva dato una vita, cucendogli addosso una storia per ciascuno.
Trama e recensione di Concerto per Isabella di Manuela Chiarottino

Questo racconto parla di una ragazza, Isabella, che per sfortuna a causa di un incidente è rimasta sfigurata al volo e ha iniziato a vivere con difficoltà, il suo fidanzato l'ha lasciata perché era diventato difficile starle accanto e darle il supporto necessario. A causa dell'incidente Isabella ha il terrore di mostrarsi in giro e far vedere agli altri il suo volto.
Accade però che un giorno incontra Angelo, un ragazzo che come lei ha avuto un incidente ed ha perso una mano e con essa la possibilità di coltivare la sua passione per il pianoforte. Insieme impareranno a convivere con i loro difetti che li rendono speciali e che la vita ti dona sempre una seconda possibilità.
Il mio pensiero in merito è che è una storia d'amore un po' diversa, non è la semplice storia perfetta dove un ragazzo e una ragazza sono perfetti e le cose funzionano a meraviglia! E' una storia nella quale si mostrano i difetti e ci si impara ad accettare per ciò che si è.

Questa melodia mi è stata ispirata dal suono della pioggia e del mare, dal vento che scompiglia i capelli e accarezza le gote. S'intitola A Isabella.

Trama e recensione di Solo un volo di Francesca Fornasini

Questa è la storia di una ragazza, Mia, che appena terminato l'esame di maturità decide di partire per una settimana per una vacanza da sola, ma ancora non sa che sarà una settimana intensa di emozioni.
A Londra incontrerà due persone che le cambieranno un po' la vita e a sua volta lei cambierà la loro.
Il primo incontro avviene con Pietro un uomo che ha smesso di credere nell'amore e nelle donne per paura di soffrire e rimanere fregato un'altro volta.
Il secondo incontro, e forse quello più intenso, avviene con Sarah con la quale instaura un forte rapporto d'amicizia e Sarah comincerà di nuovo a credere nei sogni che aveva da tempo chiuso nel cassetto.
Il mio pensiero è solo che è un racconto che va letto tutto d'un fiato, mi ha sorpresa per l'intensità con cui è stato scritto e l'unica cosa che posso dire è leggetelo!

L'una davanti all'altra, davamo l'impressione di conoscerci da una vita. Eravamo così affiatate, eppure ci conoscevamo appena. Fu in quel momento che mi accorsi di provare una strana sensazione. Come se la mia anima fosse attratta dalla sua, quasi fosse una calamita.... Sentivo la necessità di starle accanto, di voler conoscere ogni dettaglio della sua vita.

Trama e recensione di Il nostro tempo di Chiara Nicolazzo

Questo racconto parla di una ragazza Alice che a causa della perdita dei suoi genitori e della responsabilità di crescere quindi da sola sua sorella Laura si è chiusa in se stessa e ha perso così l'amore del suo fidanzato Leonardo che ha deciso di andarsene perché non sapeva come aiutarla. Leonardo si ripresenterà da Alice a distanza di due anni e insieme cercheranno di costruire una famiglia e per un periodo andrà tutto bene. Ma in fondo c'è una cosa che Alice non gli perdonerà mai: l'averla abbandonata nel momento in cui aveva più bisogno di lui.
Il mio pensiero è: questo racconto fa riflettere sull'importanza di avere accanto qualcuno che sappia comprenderti e aiutarti in ogni momento ma soprattutto nel momento del bisogno perché è troppo facile esserci quando le cose vanno bene.

Nel cuore ho la consapevolezza che al di là della rabbia che provi adesso capirai e che un giorno, guardandomi, mi riconoscerò. E se questo accadrà, vorrà dire che mi sono trovata.

Trama e recensione di Mondo di due di Gianantonio Nuvolone

Il protagonista di questo racconto è Wayne (non ho capito se è un poliziotto oppure no) che si pone come missione quella di 'salvare' le persone alla deriva, quelle persone che sulla strada incorrono in scelte sbagliate.
Il problema è capire come intende salvare questo persone..
Il mio pensiero è che è un racconto complesso dal punto di vista psicologico, ti aspetti una cosa e poi ne accade un'altra.

Lui era solo un semplice mortale che aveva afferrato e strappato alcuni altri mortali dal loro inferno, facendo riscoprire a ognuno d'essi "qualcosa di buono e dimenticato" (avevano migliorato la loro situazione) da trattenere per breve tempo e poter offrire al prossimo, prima di porre termine a un condiviso inferno sulla Terra e evitare a quelle larve di anime di sprofondare nell'abisso che sta sotto ai nostri piedi, l'Inferno dell'Uomo-Lezzo.

Trama e recensione di Buon viaggio di Manuela Raciti

La protagonista di questo racconto molto forte è Sofia, una ragazza che deve partire per Milano e che sul treno incontrerà il suo aguzzino. 
Non mi sento di scrivere altro perché è un tema forte quello trattato, leggere di come una ragazza qualunque ed in qualsiasi momento possa essere adescata da un perfetto sconosciuto e non ha via di fuga mi ha lasciata un po' scombussolata.

Lei non risponde. I suoi grandi occhi verdi sono spalancati e immobili, stanno guardando verso un universo invisibile a chiunque altro in quel lurido bagno, un universo dove i mostri non esistono.

Trama e recensione di Quando meno te lo aspetti di Elena Russiello

Questo racconto ha come protagonista Alice una ragazza che ha un po' perso fiducia nell'amore, ma tutto cambierà quando incontrerà Eric, il loro incontro avviene perché lui viene 'ingaggiato' dai genitori di Alice per farle da scorta e proteggerla mentre loro saranno via per lavoro. Sarà il tempo trascorso con Eric a riscuotere Alice dal suo torpore e le aprirà di nuovo le porte dell'amore.
Il mio pensiero a riguardo è che un bel modo di descrivere come l'amore, quello vero, può bussare alla tua porta in qualsiasi momento anche quando meno te lo aspetti!

"La conosci la teoria del caos?" Annuisco, non capendo dove voglia arrivare. "Si dice che il minimo battito d'ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall'altra parte del mondo." "Ok, ma..""Tu sei quella farfalla, e devi sapere che hai sconvolto la mia vita."

Sii come me, e diversa da me di Annarita Tranfici

Questo storia è una di quelle che più mi ha toccato perché tratto un tema abbastanza complesso e a volte anche sottovalutato quello dell'anoressia/bulimia.
Infatti la protagonista di questa storia, Celeste, si trova in ospedale e noi viviamo la storia attraverso gli occhi del padre e che leggendo il diario della figlia ci fa scoprire retroscena ben poco rosei.
Per quanto mi riguarda è piuttosto difficile leggere di questi argomenti perché per quanto una persona cerchi, inutilmente, di far finta che non esista è un problema molto presente nella nostra società perché molte ragazze si sentono inadatte anche se sono perfette nella loro imperfezione. Leggete e riflettete.

Celeste stava diventano una donna, e non c'è niente di più forte e di più straordinario di una donna che ha imparato a volersi bene e a rispettare la sua splendida e irripetibile unicità.

Trama e recensione di Passione rossa di Daniela Vasarri

Il racconto conclusivo di questa raccolta si riallaccia un po' al primo perché anche qui la protagonista, Silvia, è una donna a cui piace godere dei piacere della vita e della compagnia di giovani uomini infatti come spesso sottolinea il suo cellulare non smette di squillare per le chiamate e i messaggi dei suoi amanti, ma tutto cambia quando incontra Marco, per lui inizia a provare qualcosa che forse si avvicina a quell'amore tanto agognato ma purtroppo come scoprirà Marco non è esattamente quel che sembra.
Il mio pensiero è che ognuno di noi dovrebbe imparare ad accettarsi per quello che è senza dover raccimolare attenzione in giro pur di sentirsi importante anche se solo per poco.

Rimasta sola, si abbandona finalmente al piacere che prima ha volutamente bloccato per mantenere la lucidità nella vendetta. In fondo si merita questo piacere vissuto in solitudine, con i propri tempi e che non la farà mai soffrire.

In conclusione, questa raccolta è davvero bella e si legge con molta rapidità perché ogni racconto ti fa venir voglia di leggere il successivo, vuoi perché sono uno più carino dell'altro o perché cerchi di capire se c'è un legame tra uno e l'altro e forse leggendo attentamente un legame lo hanno!



I miei giudizi:

STORIA: ★★★★/5
STILE: ★★★★/5
COPERTINA: ★★★★/5

Voto finale:

★★★★/5



Alla prossima, 
Erika.

SEGNALAZIONE: Doppelgänger di Cristina Petrini e Valeria Cosentino

Ed eccomi qui a proporvi quella che si prospetta un'altra bellissima novità, un'opera scritta a quattro mani da Cristini Petrini e Valeria Cosentino sempre edita dalla Genisis Publishing, sto parlando di Doppelgänger, vediamolo nel dettaglio.



COLLANA: InFantasia
GENERE: Soft Urban Fantasy
PREZZO: € 3,99
PREZZO Cartaceo: € 12,60
PAGINE: 350
ANNO: 2014, 30 Marzo
ISBN Kindle: 978-88-98769-08-7
ISBN ePub: 978-88-98769-14-8
ISBN Cartaceo: 978-88-99603-56-4
Sinossi:


Nacha, giornalista alle prime armi presso una delle testate di spicco di Città del Messico, probabilmente avrebbe dovuto seguire il suo istinto e tirarsi indietro, quando la sua amica Esther le propone d’indagare sulla “Maledizione delle Doppelgänger” per lanciare le loro carriere... o forse no. Tra intrighi, violenze e tradimenti, Nacha entra in contatto con alcuni dei più oscuri segreti di tre fra le famiglie più importanti della città. Prova paura, rabbia, angoscia, ma riscopre anche se stessa e le sue origini; conosce l'amore vero, l'unico in grado di toglierle il respiro. Lei è la terza dopplegänger e, come Aimee ed Emma, presto si troverà faccia a faccia con la morte e dovrà scegliere tra due opzioni: arrendersi o combattere. Sceglierà la lotta. Poiché, sebbene il suo carnefice le sussurrerà che la menzogna si paga col sangue, lei capirà che l'unica cosa per la quale vale la pena sacrificarsi è solo la verità.



Le autrici: Cristina Petrini e Valeria Cosentino

Il sogno di Cristina, ventiquattrenne milanese, è quello di scrivere. Non da sempre però. Fino alle scuole superiori covava un’avversione come poche; tuttavia, come qualsiasi cosa che si odia, è divenuta oggetto di amore puro. Quando iniziò a capire che scrivere stava diventando importante – tanto da voler farlo diventare più di un hobby – ha cercato disperatamente di collocarsi in uno stile o di assomigliare a un autore, ma senza un vero successo. Nonostante ciò, le influenze maggiori le derivano dalla famosissima autrice J.K. Rowling e da una sua caratteristica ben precisa: i dettagli. La passione più grande di Valeria, ventiduenne napoletana, è sempre stata la lettura. Non ha un genere preferito, ma le librerie di casa sono stracolme di racconti, thriller e classici. La passione per la scrittura è nata come conseguenza. Non ha mai cercato d’inserirsi in un genere preciso o di chiedersi quale autore o autrice l’abbia influenzata. Il suo stile è molto “visivo” e d’impatto. Più che sulle lunghe descrizioni, le piace soffermarsi sulle azioni dei personaggi e ciò che vi si cela dietro.È a questo punto che s’incontrano passioni comuni e stili antitetici, che fanno di Cristina Petrini e Valeria Cosentino un binomio inscindibile.


Ringrazio ancora di cuore la Casa Editrice per questa meravigliosa opportunità e voi, cari lettori, non lasciatevi scappare quest'opera!

Alla prossima,
Erika.

SEGNALAZIONE: Il cuore del vampiro di Silvia Cortese

Buongiorno a tutti, cari lettori.
Questa mattina andrò a proporvi due nuove uscite di Maggio 2016 edite dalla Genesis Publishing.
La prima è Il cuore del vampiro scritto da Silvia Cortese.
Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta!


COLLANA: InProsa

GENERE: Racconto, Horror, Noir
PREZZO: € 0,99
PAGINE: 30
ANNO: 2016, Maggio
ISBN: 978-88-99603-52-6

Sinossi:

Normandia, 1280. La cittadina di Falaise è atterrita dal presunto vampiro che abita il castello di Guglielmo il Conquistatore. Ogni anno egli esige in tributo una giovane vergine e, per secoli, nessuno ha il coraggio di opporsi.
Ma un anno, Jane decide di offrirsi spontaneamente al vampiro, per tentare di scoprire cosa sia successo a sua sorella Claire, portata via l’anno precedente, e per trovare il modo di ucciderlo. Cosa scoprirà Jane nel castello? E chi è veramente il vampiro e cosa ne fa delle sue vittime? Per Jane, che ha soltanto un anno di tempo per scoprirlo, non sarà affatto facile sciogliere l’enigma. Ma il destino delle ragazze di Falaise, ora, dipende solo da lei.



L'Autrice: Silvia Cortese.

Nasce nel 1990. Fin da piccolissima mostra uno spiccato interesse per i libri e per la scrittura.
Nel 2014 consegue la laurea in Archeologia presso l’Università Aldo Moro di Bari. Il suo sogno di diventare scrittrice si avvera nel 2015, con la pubblicazione del romanzo Kalìa Estrel – La lotta dei Predestinati, primo volume di una saga fantasy. Dal 2014 cura un blog di critica letteraria dal nome Bellamente libera, e collabora con Noelife, un magazine online che si occupa di animali e natura. Nel tempo libero continua e continuerà sempre a scrivere.


Ringrazio di cuore la Casa Editrice per la possibilità che mi ha concesso, e per aver condiviso con me, e dunque con voi, la scheda tecnica di questa novità!

Alla prossima,
Erika.

domenica 29 maggio 2016

Mess di Ilaria Soragni

Buongiorno cari lettori, 
finalmente sono in pari con le recensioni e riesco a parlarvi del libro che stavo leggendo e che ho finalmente terminato ieri sera! Sto parlando di Mess di Ilaria Soragni, un libro che inizialmente mi ha un po' confusa ma che poi mi ha attirato al suo interno.
Vediamolo nel dettaglio!!



Mess 

Autore: Ilaria Soragni
Editore: Leggereditore
Pagine: 232













Trama:

Maryland, USA. Mavis, diciotto anni, viene rinchiusa in un riformatorio, accusata di aggressione. È internata nell'ala Nord della struttura, dove sono reclusi i ragazzi condannati per reati minori. Indossano delle tute verdi, unico colore in un mare di bianco così monotono da stordirla. Anche Mavis ne indossa una e le vengono illustrate le regole del luogo. La prima è “non avvicinarsi alla stanza 105”. Diversa dalle altre, in quella cella è rinchiuso un ragazzo di cui nessuno sembra voler parlare. Mavis sa solo che invece lui indossa una tuta arancione e che non dovrebbe trovarsi lì, bensì nell'ala Est, riservata a chi ha commesso crimini gravi. Il suo nome non viene mai pronunciato e gli altri ragazzi si limitano a chiamarlo 105. Da subito incuriosita, Mavis infrange la prima regola, facendo di tutto per entrare in contatto con lui. Poco alla volta riesce ad avvicinarsi, a scoprire il suo nome, Niall, e a violare il suo silenzio impenetrabile. Fra Mavis e Niall nasce un rapporto sincero, empatico, che se da una parte darà a Mavis la forza di non crollare, dall'altra la travolgerà, preda di sentimenti ancora sconosciuti e in nome dei quali metterà a rischio la sua stessa vita...

Recensione:

Come ho detto prima, la prima parte di questo romanzo è un po' confusionaria, ho fatto fatica a capire il senso della storia ma quando ho captato ciò che stava succedendo mi sono trovata praticamente immersa nel libro quasi al punto di immedesimarmi in Mavis, protagonista di questa storia.
Mavis viene rinchiusa in riformatorio accusata di aggressione contro un ragazzo, ma come si scopre quasi subito non è lei che dovrebbe trovarsi lì dentro! E' rinchiusa nell'Ala Est dove sono tenuti tutti coloro che hanno commesso reati minori. Appena entrata le viene data una tuta verde - tratto distintivo tra i detenuti dell'Ala Est e quelli dell'Ala Nord che invece hanno tute arancioni e sono coloro che hanno compiuto reati più gravi -  e le vengono spiegate le regole a cui deve attenersi, la principale è quella di non avvicinarsi per nessun motivo alla stanza 105 (il detenuto indossa una tuta arancione)! 
Regola che, chiaramente, Mavis infrange quasi subito perché attirata dal fatto che nessuno le sa dire nulla su chi è rinchiuso lì dentro e perciò farà in modo di scoprirlo da sé. Lì dentro conosce Zayn, colui che in realtà conosce meglio di tutti il detenuto della stanza 105 ma che non vuole rivelare nulla, ed altri ragazzi tra cui Harry, Liam, Louis e Francesca. Saranno loro a permetterle di sopravvivere lì dentro.
Mavis riesce ad avvicinarsi a Niall - conosciuto come '105' per via della stanza in cui è rinchiuso - e scopre che si trova nell'Ala Est perché nell'Ala Nord ha aggredito delle guardie. Scoprirà in seguito il vero motivo per cui è lì dentro ma nonostante questo non fugge via anzi si sente ancora più vicina a lui perché riesce a capire che le persone possono cambiare, che anche se compiono gesti estremi se incontrano una persona che riesce a vedere aldilà di tutto possono migliorarsi!
Durante tutto il libro programmano la loro fuga tutti insieme, e nonostante il caso di Niall venga riaperto e ci sia la possibilità di una riduzione della pena e Mavis abbia a suo favore delle prove, non cambiano idea e vanno avanti con il loro piano: decidono di fuggire tutti insieme e poi dividersi andando ognuno per la sua strada in modo da far perdere le loro tracce. 
C'è un personaggio che tanto ho odiato: Marcus, il direttore. Utilizza metodi a dir poco ortodossi per cercare di far rispettare le regole da lui dettate! Quello che c'è di positivo è che alla fine viene cacciato e riconosciuto per quello che è: un essere crudele e spregevole!
Come si conclude la storia? Mavis e Niall riescono a fuggire e a crearsi il futuro tanto sognato o restano intrappolati dentro quelle mura bianche che tanto li mandano fuori di testa?

E' un libro che mi ha colpita anche dal punto di vista psicologico, mi ha fatto entrare nelle menti dei personaggi e provare a capire i motivi che li hanno spinti a commettere certe cose piuttosto che altre.
Ho apprezzato lo stile di questa scrittrice, molto lineare e dettagliato al punto giusto.
Un libro che v'invito a leggere, cambia un po' lo stile dei soliti romanzi new adult e descrive un amore originale ma non perfetto come invece siamo soliti leggere, c'è una sorta di lieto fine ma che ognuno di noi leggendo potrà definire se giusto o sbagliato.

"Le stanze di giorno sono lasciate aperte, ma ti consiglio di uscire solo se te lo dicono. Le guardie vengono a chiamarci all'ora dei pasti" disse Zayn aprendo la porta e spingendo Mavis all'interno. Lei quasi perse l'equilibrio. "E per il resto, bé, le regole sono semplici: sopravvive e cerca di non impazzire." Rise di nuovo prima di sbattere la porta e lasciare Mavis da sola. "Benvenuta all'inferno". (Mess - Ilaria Soragni) 
Lui le prese una mano, intrecciando le proprie dita alle sue, e se la portò sulla spalla. Poi le cinse i fianchi e la tirò a sé, lentamente. "Ma credo in te" continuò lei "Nel tuo tocco, nei tuoi occhi così reali. Tu sei reale, tu esisti". Il ragazzo storse il viso, muovendo le dita contro la maglia verde di Mavis. "Baciami" sussurrò. "Voglio avere anche io qualcosa di reale" (Mess - Ilaria Soragni)

I miei giudizi:

STORIA: ★★★★/5
STILE: ★★★★★/5
COPERTINA: ★★★★/5

Voto finale:

★★★★ e mezzo/5
Alla prossima,
Erika.

sabato 28 maggio 2016

Tentare di non amarti di Amabile Giusti

Ed eccomi finalmente a scrivere l'ultima recensione 'arretrata' *saltella felice*
Si tratta di Tentare di non amarti di Amabile Giusti un libro che ho adorato ma forse è proprio la scrittrice che mi emoziona sempre, di suo ho letto anche Amabili resti che per quanto fosse una storia un po' triste mi è piaciuto tanto.
Ma veniamo al dunque, vediamo i dettagli di Tentare di non amarti.



Tentare di non amarti

Autore: Amabile Giusti
Editore: Amazon Publishing
Pagine: 342













Trama:

Penelope ha ventidue anni ed è una ragazza romantica e coraggiosa con una ciocca di capelli rosa e le unghie decorate con disegni bizzarri. Orfana, vive con la nonna malata nella misera periferia di una città americana, e ha rinunciato al college per starle vicina. Di notte prepara cocktail in un locale e di giorno lavora in biblioteca. Aspetta l’amore da sempre, quello con la A maiuscola. Un giorno Marcus, il nuovo vicino, entra nella vita di Penny come un ciclone. È tutt’altro che l’eroe sognato: ha venticinque anni, è rude, coperto di tatuaggi, ha gli occhi grigio ghiaccio e un piglio minaccioso. È in libertà vigilata e fa il buttafuori in un club. Tra i due nasce subito ostilità e sospetto ma, conoscendosi meglio, scopriranno di avere entrambi un passato doloroso e violento, ricordi da cancellare e segreti da nascondere.

Una storia d’amore e rinascita, dolce e sensuale, tragica e catartica. L’incontro di due anime profondamente diverse darà vita a un amore che guarirà il dolore e l’odio del passato.


Recensione:

Penny è una comunissima ragazza di 22 anni che fa due lavori e ha rinunciato al college per stare vicina alla nonna malata che rischia ogni giorno di avvelenarsi scambiando le cose da mangiare con i detersivi e via discorrendo.
Marcus, un uomo dal passato burrascoso che cerca di cambiare ma che crede di non avere alcuna possibilità di riuscita, è un ex carcerato fuori sulla parola infatti è tenuto costantemente sotto controllo.
Penny è una donna che ha paura perché perseguitata da un ex ragazzo ma al contempo c'è Marcus un uomo che mette paura. Due esseri così diversi, così in contrasto ma che al tempo stesso si attrarranno perché si sa che i poli opposti si attraggono!
Il loro primo incontro avviene nel palazzo in cui Penny abita, è spaventata pensa che sia giunta la sua ora perché teme che sia il suo ex che finalmente ha deciso di mettere in pratica le sue minacce, invece è Marcus che capisce al volo la situazione è aspetta che Penny entri in casa per poi continuare a salire verso il suo appartamento.
Ad un certo punto della storia Penny chiede a Marcus di scortarla ogni sera dal pub in cui lavora fino a casa, ovviamente pagato per farlo non lo chiede certo gratis. Lui accetta e così ogni sera fanno quel pezzo di strada insieme e iniziano a conoscersi e Penny comincia a provare qualcosa per quell'uomo che dovrebbe farle paura invece la fa sentire al sicuro ma c'è una cosa che non sa: Marcus aspetta Francisca la sua ragazza storica, e non appena uscirà di prigione loro scapperanno andranno via da quello schifo di città e ricominceranno una nuova vita.
Francisca è la donna che più somiglia a lui, quando hanno quasi ucciso quell'uomo perché ha osato fare apprezzamenti su di lei lei non lo ha fermato, anzi lo incoraggiava a continuare perché loro è di questo che vivono: di adrenalina.
Penny è una ragazza ingenua, non può capire il legame che li unisce, lui non può cambiare ne è certo.
Marcus sceglierà Francisca o Penny?
Questo è un romanzo davvero avvincente, pieno di emozioni contrastanti ma come poteva essere altrimenti? Lo stile della Giusti si riconosce sempre e ti fa entrare appieno nella storia come se la protagonista fossi tu!

I suoi occhi color mare ghiacciato erano privi di luce. (Tentare di non amarti - Amabile Giusti)
Era certa che non avrebbe mai ottenuto di più, ma quella notte, quel rapporto lento, muto, quei baci, quelle carezze, furono la cosa più simile all'amore che Marcus avrebbe mai potuto concederle. (Tentare di non amarti - Amabile Giusti)
Penny, devi smetterla di costringermi a pensarti in ogni istante . Devi smetterla. Non posso continuare così.  Non posso. Qualsiasi cosa tu stia facendo alla mia vita, smetti di farla o sono fottuto. (Tentare di non amarti - Amabile Giusti)

I miei giudizi:

STORIA: ★★★★★/5
STILE: ★★★★★/5
COPERTINA: ★★★★★/5

Voto finale:

★★★★★/5
Alla prossima,
Erika.

Se tu fossi neve di Eleonora Sottili

Sono quasi giunta al termine delle vecchie recensione dei libri letti fino ad ora dell'inizio dell'anno e adesso vi parlo di un libro che purtroppo non mi è piaciuto, forse non sarà stato il momento giusto per leggerlo ma la trama mi aveva intrigato molto poi leggendo non ho capito il senso della storia!
Vediamolo nel dettaglio.


Se tu fossi neve

Autore: Eleonora Sottili
Editore: Giunti
Pagine: 192













Trama:

I fiocchi di neve quando si formano sono tutti uguali, ma quando poi cadono e si posano per terra sono uno diverso dall'altro, perché diversa è stata la loro vita di turbolenze e umidità. E così è probabile che i fiocchi di neve abbiano a che fare con noi molto più di quanto crediamo.
Da due anni Jason disegna tutte le persone che incontra a New York, è una specie di progetto, o forse di più, un metodo di ricerca. Deve ritrovare a tutti i costi la ragazza che lo ha fatto innamorare. L’ha vista soltanto una volta per due minuti, ferma di spalle, durante un flash mob di Charlie Todd in Grand Central, e poi l’ha persa tra la folla.
Zadie ha dodici anni, un manuale di sopravvivenza e una bussola. Mangia gallette, studia mappe e vuole andare al Polo Sud come Amundsen e Scott. Per allenarsi al freddo si immerge nell’acqua gelida della vasca da bagno tra cubetti di ghiaccio alla deriva come iceberg.
Alice è appena arrivata a Manhattan dall’Italia. Sta scappando da due fidanzati, gemelli omozigoti, e dal capo, che la vuole licenziare, e spera che a New York sarà felice come Neil Armstrong quando ha messo il primo piede sulla Luna. Al momento però si sente più come uno di quegli astronauti che restano a beccheggiare in eterno nello Spazio, incapaci di tornare sulla Terra, di mandare messaggi o di volare verso altri pianeti.
Sulla città si scatena la Tempesta Perfetta, la neve non smette di cadere, il vento soffia sempre più forte, i grattacieli e le strade restano al buio per un blackout. A quel punto i destini dei tre personaggi si intrecciano in modi imprevisti, mentre i sotterranei della metropolitana sono illuminati dalle spade laser di Guerre Stellari.


Recensione:

Come ho già detto non ho capito molto bene questa storia e, se per caso, qualcuno lo ha letto e sa darmi qualche delucidazione è ben accetto.
Allora, in questo storia s'intrecciano le vite di tre personaggi: Jason, che da due anni disegna ogni persona che incontra a New York nella speranza di incontrare di nuovo quella ragazza che lo ha fatto innamorare due anni prima - una ragazza vista di spalle durante un flash mob e l'unico particolare è che indossava un cappello da fantino che poi ha perso di vista nella folla. Zadie, una bambina di dodici anni che sogna di andare al Polo Sud e per allenarsi s'immerge nella vasca da bagno in acqua gelida e Alice una donna che fugge da una relazione intessuta con due gemelli omozigoti e da un capo che vuole licenziarla. I tre personaggi vivono storie separate fino a quando una sera quando Alice va a un flash mob su invito di Jason e s'incontrano (doveva essere una specie di appuntamento, o così ho interpretato io) Jason pensa a Zadie al fatto che lei aspettava quel giorno, il giorno della tempesta di neve perfetta, ed è arrivato proprio quando loro due avevano litigato così corrono a casa e non la trovano, alla fine riescono a trovarla nel parco addormentata vicino a una statua e infreddolita e così praticamente s'interrompe la vicenda.

Non posso esprimere un parere generale perché non ho ben capito il senso della storia, passi l'intreccio tra i tre protagonisti perché ci può stare, ma avrei preferito che fosse descritto in altro modo e soprattutto il finale mi ha deluso parecchio. La trama mi ha affascinata ma poi alla fine si è rivelato essere 'tutto fumo e niente arrosto'.


Ecco, da quando quel suo amico le aveva raccontato della ragazza identica a lei che si addestrava per diventare astronauta, era stato difficilissimo non pensarci.Alice se la immaginava a metà di un movimento fluttuante, alla deriva tra stelle e asteroidi, sorridente, valorosa, assolutamente tranquilla e sicura sul da farsi, e suo malgrado pensava che forse c'era anche un'altra possibilità. Un modo diverso di declinare se stessa. (Se tu fossi neve - Eleonora Sottili)
Il criterio con cui aveva deciso di procedere era semplice, sempre lo stesso: esaurire la categoria per l'appunto. Disegnare tutte le persone di New York, ma proprio tutte, finché non avesse ritrovato la Ragazza Col Cappello Da Fantino. (Se tu fossi neve - Eleonora Sottili)
 I miei giudizi:
STORIA: ★/5
STILE: ★★/5
COPERTINA: ★/5

Voto finale:

★ e mezzo/5
(non ho davvero capito la storia, qualcuno mi aiuta?)
★★★★★/5
 Alla prossima,
Erika.

Non chiamarmi di lunedì di Daniela Volontè

Ecco un libro che mi ha fatto ridere e riflettere!
Sto parlando di........ Non chiamarmi di lunedì di Daniela Volonté (mi sono ripromessa di leggere anche Buonanotte amore mio che non ho ancora avuto il piacere di leggere)
Ma vediamo di cosa si tratta!


Non chiamarmi di Lunedì

Autore: Daniela Volonté
Editore: Newton Compton Editori
Pagine: 288












Trama:

Greta vive a Milano, Patrik a Roma. Si conoscono quando lei viene ingaggiata dalla Betapharma, la società di Patrik, per occuparsi di un ridimensionamento del personale in un periodo di crisi aziendale. E lui, giovane ingegnere con possibilità di reinserirsi nel mondo del lavoro, è tra quelli destinati a essere messi in mobilità. Quando l’ipotesi diventa una certezza, oltre al posto, Patrik deve dire addio anche alla sua storia d’amore. Greta invece non riesce a troncare un rapporto che non la porta da nessuna parte: Cris, l’uomo con cui ha una relazione, ha una moglie e pare proprio non volerla lasciare. Quando Patrik, ormai fuori dalla Betapharma, decide di concedersi una pausa e andare a trovare degli amici sul lago d’Orta, il caso vuole che incontri proprio Greta, quella che aveva ribattezzato come “la Lady di ferro”…

Recensione:

Come già accennato questo libro mi ha fatto molto ridere e a volte disperare perché la storia tra Greta e Patrick nasce quasi per caso e i protagonisti stessi si rendono conto all'improvviso di non poter far a meno l'uno dell'altra.
Come avviene il loro incontro?
Greta, la "Lady di ferro", viene ingaggiata dalla Betapharma - azienda in cui Patrick lavora - per occuparsi di ridimensionare il personale, in particolare decidere chi sarà destinato alla mobilità. Ho riso tanto nel momento in cui Greta dà a Patrick la notizia perché lui ha una reazione talmente inaspettata che lei non sa come prenderlo.
Patrick è un uomo che ha un passato difficile e che non ha ancora del tutto superato - del resto non è una cosa così semplice da superare.
Dal momento in cui perde il lavoro Patrick perde anche un'altra parte importante della sua vita, la sua fidanzata, infatti scopre che lei lo tradiva da tempo, decide così di dare una svolta alla sua vita e per un piccolo periodo di trasferisce dal fratello e lavorerà nel suo bar, qui avviene il secondo incontro con Greta.
Dimenticavo di dire che Greta ha una relazione con Cris un uomo sposato che le fa intendere che vuole solo lei e che se non lascia la moglie è solo per il bene dei figli nient' altro e lei, purtroppo, ci casca ogni volta.
Il secondo incontro tra Greta e Patrick è super divertente perché non si sa come ma lei si fa un'idea del tutto strana e irreale: pensa che Patrick da quando è stato licenziato dalla Betapharma sia finito a fare lo Gigolò!
Da quest'idea la decisione di chiedergli di andare in vacanza con lei e fingersi il suo compagno (doveva andarci con Cris ma ad un tratto sparisce nel nulla). E come si sa, da cosa nasce cosa, e la loro 'finta' relazione di colpo si trasforma in qualcosa di più ma nessuno dei due è ancora pronto ad ammetterlo fino in fondo e infatti per un po' ognuno continua con la propria vita.
Riusciranno ad abbassare la guardia e a concedersi finalmente una possibilità?

Ho amato questo libro e ho riso tanto, ho riso per la testardaggine di Greta e la forza di Patrick, ho riso per la storia dello Gigolò che Patrick asseconda per puro divertimento ma ho anche avuto voglia di entrare nel libro e strangolare Greta perché non riesce a capire che Cris la sta solo usando da ben tre anni! Insomma questo romanzo è un mix di emozioni che non potete assolutamente perdervi!

Il mio cuore ti appartiene da quando lo hai guarito dalle ferite delle sue spine. (Non chiamarmi di lunedì - Daniela Volonté)
Il mio corpo chiaro s'intreccia al suo, scuro. I miei occhi castani osservano i suoi, azzurri. Tutto è in contrasto, eppure è perfettamente in armonia. Continuo a fissare la nostra immagine e resto con il respiro sospeso. Patrick mi stringe ancora di più, mentre mi bacia tra i capelli, e io lo seguo con lo sguardo. (Non chiamarmi di lunedì - Daniela Volonté)
 I miei giudizi:

STORIA: ★★★★/5
STILE: ★★★★/5
COPERTINA: ★★★★/5

Voto finale:
★★★★/5
Alla prossima, 
Erika.

L'incastro (im)perfetto di Colleen Hoover

Proseguiamo con L'incastro imperfetto di Collen Hoover!
Un libro carino a mio parere e a mia discolpa devo dire che non avevo mai letto nulla della Hoover ma cercherò di rimediare :D
Intanto vediamo nel dettaglio la storia di Tate Collins.


L'incastro (im)perfetto

Autore: Colleen Hoover
Editore: Leggereditore
Pagine: 326













Trama:

Quando Tate Collins trova il pilota Miles Archer svenuto davanti alla sua porta di casa, non è decisamente amore a prima vista. Non si considerano neanche amici. Ciò che loro hanno, però, è un’innegabile reciproca attrazione.
Lui non cerca l’amore e lei non ha tempo per una relazione, ma la chimica tra loro non può essere ignorata. Una volta messi in chiaro i propri desideri, i due si rendono conto di aver trovato un accordo, almeno finchè Tate rispetterà due semplici regole: mai fare domande sul passato e non aspettarsi un futuro.
Tate cerca di convincersi che va tutto bene, ma presto si rende conto che è più difficile di quanto pensasse. Sarà in grado di dire di no a quel sexy pilota che abita proprio accanto a lei?


Recensione:

Tate Collins si trasferisce a casa del fratello nell'attesa di trovare un lavoro che le permetta di vivere in modo del tutto indipendente, e quindi  si tratta di un trasferimento temporaneo ed è anche un modo per rivedere il fratello che non vede da tempo perché lui è sempre via per lavoro dato che è un pilota.
Quando giunge di fronte all'appartamento del fratello trova dinanzi alla porta un uomo svenuto e non ha la più pallida idea di come fare a superarlo e ad entrare finalmente in casa, al telefono con il fratello scopre che quest uomo è suo amico e le dice di farlo entrare e metterlo sul divano che tanto l'indomani se ne sarebbe andato da solo.
Potete così immaginare che tra i due inizialmente non scorre buon sangue, secondo Tate una persona che si riduce così non è degna del suo tempo e della sua considerazione.
Piano piano però Miles e Tate cominciano a conoscersi e gli sguardi che si lanciano non sono del tutto innocenti e così tra loro comincia una specie di relazione ma solo a patto che Tate riesca a rispettare due 'semplici' - più semplice a dirsi che a farsi - regole: Niente domande sul passato e non aspettarti un futuro.
Infatti la loro relazione si fonda su un'attrazione molto forte, nulla di più. Miles non cerca una donna di cui innamorarsi e Tate non ha tempo per una relazione, o forse cerca solo di convincersi che sia così?
Quello che più fa venire voglia di continuare a leggere è il passato di Miles, la voglia di capire cosa lo blocca nei confronti di un amore perché si capisce ben presto che le regole che lui ha posto vengono infrante proprio da lui stesso.
Sarà in grado Tate di far nascere in Miles la voglia e il coraggio di amare ancora?
Riusciranno a costruire insieme un futuro tanto ripudiato da Miles?

Ciò che ho scoperto leggendo questo libro è che lo stile della Hoover è davvero molto, molto intenso e quindi molto molto nelle mie corde.

Il lato brutto dell'amore non può sollevarti.Ti butta giù.Ti tiene a fondo.Ti annega.Guardi in alto e pensi, io ero lassù.Ma non lo sei.Diventi tu stesso il lato brutto dell'amore.Ti consuma.Ti fa odiare tutto.Ti fa pensare che tutto ciò che c'è di bello non vale la pena.Senza la bellezza, non rischieresti mai di sentirti così.Non rischieresti mai di provarne la bruttezza. E quindi ti arrendi. Butti tutto all'aria. Non desidererai più l'amore, di qualsiasi natura esso sia, perché nessun tipo di amore varrà la pena di essere vissuto se significherà passare attraverso la bruttezza ancora una volta. (L'incastro (im)perfetto - Colleen Hoover)
 I miei giudizi:

STORIA: ★★★★★/5
STILE: ★★★★★/5
COPERTINA: ★★★★★/5

Voto finale:
★★★★★/5
Alla prossima,
Erika.

Il ragazzo che entrò dalla finestra e s'infilò nel mio letto di Kirsty Moseley

Buongiorno cari lettori,
stamani ho deciso di proporvi le ultime 5 recensioni 'arretrate' cosicché potrò poi partire con quelle nuove (Tra le prime ci sarà Mess di Ilaria Soragni che sto cercando di terminare tra una recensione e l'altra e poi quelle per le case editrici che collaborano con me!)
Inizio parlandovi di un romanzo che mi è piaciuto molto sia per la storia che per lo stile, sto parlando de 'Il ragazzo che entrò dalla finestra e s'infilò nel mio letto' di Kirsty Moseley ma vediamolo nel dettaglio!



Il ragazzo che entrò dalla finestra e s'infilò nel mio letto

Autore: Kirsty Moseley
Editore: Newton Compton Editori
Pagine: 347











Trama:

Amber Walker e suo fratello maggiore, Jake, hanno un padre violento. Una notte Liam, il migliore amico di Jake, la vede piangere, si arrampica attraverso la finestra della sua camera da letto ed entra per consolarla. Dopo quella prima sera il rapporto tra Amber e Liam cambia: pian piano l’innocenza e l’amicizia lasciano il posto all'attesa, ai malintesi e alle scintille. Liam passa da una ragazza all’altra, mentre Amber – ancora emotivamente segnata dagli abusi subiti per mano di suo padre – preferisce concentrarsi sulla scuola, la danza e le amiche. Ma tra loro due la passione cresce in fretta e anche se il loro rapporto è da sempre basato sull'amicizia, quando Amber inizia a guardare il suo migliore amico sotto un’altra prospettiva saranno fuochi d’artificio! E come reagirà Jake, da sempre iperprotettivo nei suoi confronti, quando scoprirà che la relazione tra i due sta diventando qualcos'altro?
Un successo straordinario negli Stati Uniti, arriva finalmente in Italia il libro che ha fatto innamorare milioni di lettori e di lettrici.


Recensione:

Questa è la storia di tre ragazzi - perché i protagonisti principali sono tre - Amber, Liam e Jake.
Amber e Jake sono fratelli ed hanno in comune una triste storia, hanno un padre violento che i due ragazzi sono riusciti a far andare via di casa quando una notte il padre ha cercato di abusare di Amber da allora Jake è diventato - giustamente, direi - iperprotettivo nei confronti di Amber.
Ma facciamo un passo indietro, da cosa nasce il significato del titolo?
Una notte Amber era chiusa nella sua stanza a piangere dopo che al solito il padre si era infuriato e aveva picchiato lei e Jake, a quel punto Liam vide questa povera bambina piangere e decise di raggiungerla e si arrampicò fino ad entrare dalla finestra della sua camera e si mise nel letto con lei per cercare di consolarla da quella notte trascorrono ogni notte insieme nel letto di Amber e lei si abitua talmente alla sua presenza che quando capita che non posso dormire insieme lei non riesce a prendere sonno.
Ma poi succede che da bambini si trasformano in adolescenti e il rapporto tra loro comincia a cambiare, i battibecchi aumentano ma cresce anche una certa attrazione fino a che cominciano a star insieme di nascosto perché a Jake l'idea non piace per niente!
Saprà quindi il suo fratellone capire che Amber è cresciuta e che Liam la ama davvero e vuole proteggerla oppure continuerà a pensare che la farà soffrire e a non appoggiare la loro storia? Accadrà qualcosa che darà a Jake questa risposta e un po' di pace alla loro famiglia!
E' una storia appassionante - almeno per quanto mi riguarda - che tiene incollati alle pagine e fa sperare per il meglio per Amber, Jake e Liam personaggi che non potrete far a meno di amare!

Starti così vicino ogni giorno, ma sapere che sei così dannatamente lontana, mi ha sempre ucciso. (Il ragazzo che entrò dalla finestra e s'infilò nel mio letto - Kirsty Moseley)
"Liam, cosa vuoi da me?" domandai piano, fissandomi le scarpe bagnate. Lui m'insinuò un dito sotto il mento e mi costrinse a sollevare il viso per guardarlo negli occhi. "Tutto", rispose, semplicemente..  (Il ragazzo che entrò dalla finestra e s'infilò nel mio letto - Kirsty Moseley)
I miei giudizi:

STORIA: ★★★★/5
STILE: ★★★★/5
COPERTINA: ★★★★/5

Voto finale:
★★★★/5

Alla prossima,
Erika.