martedì 21 febbraio 2017

Teaser Tuesday #6 21 Febbraio 2017

Buona sera cari lettori, 
sono un po' in ritardo ma oggi ho avuto un pochino di cose da fare e quindi eccomi qui ora con il teaser tuesday di oggi!!


"Signorina Scwarz" Sentivo la voce della dottoressa Mandelbaum riecheggiare dentro di me. "Da un esame più approfondito purtroppo risulta che c'è qualcosa di anomalo. Per la precisione, un ispessimento della fessura nucale. Però non ne sono del tutto sicura, quindi vorrei farle un'altra ecografia e il test della translucenza." Poco dopo ero di nuovo sul lettino a osservare l'immagine del mio bambino sul monitor. Solo un ammasso di puntini bianchi su uno sfondo nero, ma io in quei puntini riconoscevo mio figlio, la testa, il corpo che cresceva. Appena saputo della gravidanza mi ero procurata un gran numero di libri che illustravano cosa sarebbe accaduto nei mesi a venire. Forse mi ero imbattuta anche nel 'test della translucenza nucale' ma felice com'ero non gli avevo prestato la minima attenzione. I lineamenti del viso della dottoressa Mandelbaum si tesero. "Purtroppo è come temevo" "E cosa significa" domandai terrorizzata. "La fessura nucale presenta un'anomalia, e anche il battito cardiaco non mi sembra normale" Si girò per guardarmi. "Temo che suo figlio abbia una
malformazione cardiaca." "In che senso? Che malformazione?" Più che pronunciate, erano parole ansimate. Respiravo con difficoltà. "Ancora è presto per dirlo con certezza: vorrei mandarla da un mio collega in possesso di apparecchiature più sofisticate. Lui capirù se è tutto a posto e, se non fosse così, le saprà dire di cosa si tratta. Alcune malformazioni, come quello del setto interventricolare, possono essere eliminate con un'operazione post-natale, in altri casi è necessario intervenire già nell'utero. Ad ogni modo, prima di mettere a punto una terapia abbiamo bisogno di un referto specialistico." Era come se mi fosse appena piombato addosso un macigno. La consapevolezza era molto peggio delle aspettative piene di timore. "Sì, ma cosa vuol dire?" domandai con aria confusa, con le lacrime agli occhi e il respiro sempre più affannoso. "Mio figlio..potrebbe..potrebbe morire?" "Signorina Scwarz, farò tutto ciò che è in mio potere perché non succeda" mi rassicurò la dottoressa Mandelbaum con un moto di empatia, ma fu una misera consolazione. Dal suo sguardo capii che sì, sarebbe potuto succedere. "Intanto le prendo un appuntamento dallo specialista, poi vediamo. La pregherei di informarsi sulle malattie pregresse nella vostra famiglia. Nella sua, o in quella del padre del bambino, ci sono problemi di salute ereditari?" "Ecco..non lo so. Dalla parte del.." Mi fermai. David. Stavo per chiamarlo "il mio fidanzato"...invece non lo era più, e mi ero anche ripromessa di non pensarci. "Dalla parte del padre non lo so"

Questa volta ho scelto un pezzetto delle primissime pagine perché racchiude un po' il nucleo della storia ma, come detto, è solo l'inizio dietro c'è molto, molto di più!


Nessun commento:

Posta un commento