mercoledì 3 maggio 2017

Dragonblade. Lama di drago di Kathryn Le Veque

Buonasera cari lettori,
sono qui per parlarvi dell'ultima lettura che ho appena terminato e che mi attendeva da un po' ma finalmente sono riuscita a incastrare un po' di cose e devo dire che mi è piaciuta tanto!
Vediamo meglio i dettagli!


Titolo: Dragonblade. Lama di drago
Autrice: Kathryn Le Veque
Genere: Romance, storico
Editore: Babelcube Inc.
Pagine: 310
Data di pubblicazione: 26 gennaio 2017
Prezzo eBook: 2.86

Sinossi:

Tate, figlio illegittimo di Edoardo I Plantageneto, possiede tutte le qualità di un reale, ma il fato è crudele. Da semplice cavaliere deve proteggere la vita del giovane Edoardo III nei giorni che seguono l’orribile morte di Edoardo II.
Nell'intento di trovare alleati nel Northumberland, a sostegno del giovane erede, incontra lady Elizabetha “Toby” Cartingdon. Toby è la figlia del Lord sindaco della parrocchia di Cartingdon. Donna bellissima con uno spiccato senso degli affari, è Toby e non il padre, a gestire la parrocchia.
Sorpreso da questa donna forte e talvolta pungente, Tate ne è nondimeno affascinato e ben presto capirà il perché del lato duro del suo carattere: con un padre alcolizzato e la madre invalida, di fatto tutta la responsabilità della famiglia, compresa quella della sorella minore, ricade su Toby.
Inizialmente spinto da pura curiosità, poi da qualcos'altro, Tate comincia a scandagliare la dura corazza di Toby scoprendone il lato più tenero e buono. Ma ecco che d’improvviso, la fazione che osteggia la salita al trono del giovane Edoardo, coinvolge Toby nel suo piano diabolico. Ben presto, la donna si troverà infatti legata a Tate e risucchiata nella lotta per spodestare Roger Mortimer e mettere sul trono il giovane Edoardo. Nel destino di Tate la conquista sarà duplice: il trono per un giovane re e il cuore di Toby.



La storia si svolge nel 1326 d.C a Cartingdon. La scena si apre con una riunione popolare nella chiesa della città dove Balin Cartingdon, sindaco della città, atta a decidere se il villaggio è d'accordo a sostenere o meno il giovane Edoardo di appena quattordici anni aspirante al trono, che è momentaneamente occupato dalla madre Isabella e dall'amante Roger Mortimer che domina con mano violenta e causa la povertà del Paese. Qui, conosciamo la figura di Toby, che per quanto rispettosa nei confronti del padre non ritiene giusto attivare una rivolta che costerà migliaia di vite e non porterà ad alcun cambiamento. E' a questo punto che entra in gioco una figura misteriosa, con il volto coperto che ha a cuore la causa del re e farà di tutto per ottenere l'aiuto del villaggio: Tate, figlio illegittimo di Edoardo I Plantageneto possiede tutte le caratteristiche per essere reale (oltre agli infiniti titoli) ma il fato gli è avverso e pertanto e si trova costretto a proteggere il legittimo erede che, altri non è, che suo nipote. Tate è fedele alla causa del re, deve trovare il modo di instaurare Edoardo III al trono, ruolo che gli appartiene di diritto ma che gli viene precluso data la giovane età. Tate Crewys De Lara è il feudatario di Cartingdon e in qualità di "superiore" cercherà di convincere i cittadini a sostenere la sua causa e qui avrà inizio un arduo scontro tra lui e Toby che cercherà di far valere le sue ragioni, questo primo incontro fa scaturire tra loro un certo astio che però nasconde una fiammante attrazione. I loro destini da questo momento s'incrociano indissolubilmente, nonostante le maniere poco adatte ad una donna Tate resta affascinato dal carattere di Toby, è una donna intelligente e coraggiosa e, cosa poco diffusa, sa farsi rispettare, non tiene la bocca chiusa se crede di aver ragione. Quello che Toby non sa è che Tate nasconde un segreto che per lei sarà causa della sua rovina ma al tempo stesso sua salvezza. L'arrivo di Tate e dei suoi cavalieri nella sua vita porterà dei cambiamenti e, purtroppo, non sempre benefici perché Tate De Lara non è un uomo qualunque e il suo obiettivo gli causa molti nemici. Le vite di Tate e Toby sono inspiegabilmente e definitivamente unite, sarà il carattere pungente e impulsivo di lei ad attrarlo ed aiutarlo nei momenti più cruciali e sarà l'aspetto imponente di lui e la sicurezza che ne scaturisce a dare a Toby un po' di serenità dopo tutto quello che ha dovuto affrontare. Improvvisamente Tate si troverà a combattere per conquistare due troni, quello reale per mettere finalmente sul trono Edoardo e quello per il cuore di Toby.

Una storia dolce e cruda, un romanzo in cui si unisce perfettamente la parte storica ad una parte puramente romantica che addolcisce i dolori e le fatiche della guerra. Lo stile scorre in maniera sublime, per essere un libro storico che avevo una certa paura ad affrontare perché il genere mi è un po' ostico sono invece stata ripagata con una storia interessante e ben strutturata. Anche i personaggi sono ben descritti e delineati per il tema trattato infatti Tate corrisponde al tipico eroe forte e coraggioso che combatte per portare a termine i suoi obiettivi per il quale è disposto a sacrificare la propria vita, d'altro canto però Toby non è la classica madamigella che aspetta il suo principe azzurro ma è una donna risoluta e dal carattere forte, sa quel che vuole ed è disposta a tutto per averlo.

I miei giudizi 
STORIA:
★★★/5 
STILE:★★★★/5 
COPERTINA:
★★★/5 

VOTO FINALE:

★★★ e mezzo/5 
Alla prossima,

Nessun commento:

Posta un commento